Il Lago del Salto, uno specchio d'acqua velato di nostalgia

Lago del Salto


Il Lago del Salto, uno specchio d’acqua velato di nostalgia, racconta la storia di paesi sommersi e ricostruiti sulle alture. Qui la Natura si è piegata al volere e ai bisogni degli uomini, che sono riusciti comunque a creare un luogo magico. Scopri il Lago del Salto: tra fiordi, insenature e spiagge!

Lago del Salto - La diga
Lago del Salto – La diga

Lago del Salto: uno degli itinerari più belli da scoprire nel cuore del Centro Italia

La storia del Lago del Salto, in provincia di Rieti, inizia nel 1940 e la sua nascita è tutto fuorché naturale. La creazione di questo bacino è stata voluta dall’uomo che ha deciso anche delle vite e del futuro degli abitanti di questi luoghi.

Con la costruzione della diga, che ha sbarrato il corso del fiume Salto e ha dato vita al lago, morirono anche i borghi che sorgevano in quell’area che fu completamente inondata dalle acque. Teglieto, Fiumata, Sant’Ippolito e Borgo San Pietro furono poi ricostruiti più in alto con quell’architettura razionalista tipica del ventennio fascista.

Questi piccoli borghi arroccati sulle alture, oggi si specchiano nell’azzurro lago e dalla loro posizione, quando le acque si abbassano – soprattutto in estate – vedono emergere qualche lembo di sé stessi, come piccole Atlantidi sommerse, e la sommità del campanile del vecchio Monastero duecentesco delle Clarisse fa capolino. Una visione molto commovente.

Il Monastero delle Clarisse, fondato originariamente dalla Santa nel vecchio Borgo San Pietro, attualmente si trova nel territorio del comune di Petrella Salto: qui è possibile ammirare l’antica cappella del Cinquecento, traslata prima dell’inondazione, scomposta pezzo per pezzo e rimontata nel nuovo complesso, che conserva dei magnifici affreschi cinquecenteschi.

La costruzione della diga che ha dato vita al Lago del Salto fu necessaria per alimentare la centrale idroelettrica di Cotilia, costruita un paio di anni più tardi, nel 1942, a servizio delle acciaierie di Terni. Per lo stesso scopo vide la luce anche il Lago del Turano, collegato a quello del Salto da un canale artificiale sommerso, lungo 9 km.

La costruzione della diga è coincisa sfortunatamente anche con eventi luttuosi e acuta si fa la nostalgia, per i pochi ormai ad aver vissuto lì in quell’epoca, al pensiero degli appezzamenti di quei campi fertili ormai sott’acqua e alla vista di quella grande lapide, incisa nella roccia, ad eternare il ricordo degli operai che morirono durante i lavori. Per gli anziani, è la voce degli abitanti di questo pezzo di Reatino, il lago è un po’ come un vecchio nemico, a cui non si sono mai veramente abituati.

I fiordi del Lago del Salto
I fiordi del Lago del Salto

Un paesaggio unico nel Lazio, tra i fiordi del Lago del Salto

Quasi interamente compreso nel territorio del comune di Petrella Salto, le acque del lago del Salto lambiscono anche Pescorocchiano, Fiamignano, Varco Sabino e Marcetelli. Il paesaggio è unico grazie ai fiordi, alle baie e alle insenature che rendono estremamente frastagliato il percorso del lago, che segue, sinuoso, la fisionomia della Valle del Salto. Il colpo d’occhio, dalla diga, ma anche dai sovrastanti centri abitati, è quello di un luogo totalmente immerso nella natura, seppure nato dalla mano dell’uomo. Infatti, i fitti boschi di querce e castagni digradano quasi bruscamente verso le acque del lago.

A proposito della fauna, un ambiente lacustre come questo offre grandi possibilità a pesci come persici, carpe, tinche, barbi e alborelle – prede ideali per i cultori della pesca sportiva che qui si danno appuntamento nel fine settimana.

Ma anche delle molte specie di uccelli che qui prosperano: lo svasso, il gabbiano, il germano reale. Anche i rapaci sono ampiamente rappresentanti: il falco pellegrino, l’allocco, il barbagianni e la civetta, e l’elenco non è esaustivo. Mammiferi come tassi, volpi e cinghiali prosperano nei boschi intorno, e le rive sono popolate da molte specie di anfibi.

Lago del Salto
Lago del Salto

Cosa fare al Lago del Salto

Cosa non da poco, le sue acque sono idonee alla balneazione. Nonostante le sponde scoscese e frastagliate, al Lago del Salto potrai goderti sole, relax e qualche tuffo rigenerante alla Spiaggia del Campeggio Diga Salto, a quella di Fosso Petrella, l’Altobelli, al Fosso Pratostretto di Fiumata e al Fosso delle Foche.

Qui potrai noleggiare ombrelloni, sdraio, pedalò e canoe o, perché no, provare il wakeboard, spettacolare sport acquatico che in questa zona viene regolarmente praticato. Sul Lago del Salto si organizzano anche competizioni a caratura nazionale!

Le immersioni per i subacquei, organizzate regolarmente da associazioni locali, se sei un appassionato, ti permetteranno di andare alla scoperta dei borghi sepolti sotto le acque del lago, le stesse acque che hanno sepolto storie e cancellato i ricordi di quelle famiglie spostando le loro vite e la memoria di esse poco più su. Non sarà una semplice immersione, ma anche una visita affascinante a quei fondali ricchi di vita ittica e di ricordi umani.

Chi invece desiderasse rimanere asciutto, o visitasse questo luogo durante la
stagione fredda, potrà dedicarsi alle lunghe passeggiate nei dintorni, anche in bicicletta.

Il wakeboard, una specie di surf, no, forse di skateboard sull’acqua…

Il wakeboard è una continua sfida alla forza di gravità: combinazione di snowboard, skate, surf, kitesurf e sci nautico, viene praticato da riders trainati da una barca, in piedi su una tavola di legno. Le evoluzioni dei riders, i cosiddetti tricks, che possono essere salti mortali, all’indietro, improvvise virate, lasciano gli spettatori con il fiato sospeso: l’onda creata dal movimento della barca diventa una vera e propria rampa di lancio. Un mix di tutti gli sport elencati, per trasformarsi in qualcosa di unico e spettacolare.

Altri spunti di viaggio

Non troppo distante dal Lago del Salto, ti imbatterei nel Castello di Poggio Poponesco, compreso nel territorio del comune di Fiamignano – appena fuori dai confini della Sabina. Fu edificato intorno al 1100 e ancora oggi è visibile dall’esterno in tutta la sua imponenza. Fiamignano attrae moltissimo gli amanti della natura e del trekking, grazie alle caratteristiche dell’Altopiano del Rascino. 1200 metri di altezza sul livello del mare, l’unico luogo dove viene coltivata la lenticchia di Rascino, presidio slow food e varietà antichissima del legume.

Il Lago del Salto, amato dai camperisti

L’affascinante lago sabino del Salto, con i suoi 57 km di perimetro, le coste frastagliate e i suoi caratteristici fiordi sono una delle mete preferite dai camperisti che decidono di trascorrere qualche giorno in Sabina nella loro casa su quattro ruote. Le zone in cui la costa si abbassa e lascia spazio alle spiagge è attrezzata e qui sorgono piccoli camping che potranno ospitare i turisti.
Se vuoi organizzare una vacanza in camper in Sabina, leggi la nostra guida di viaggio con le aree sosta e gli itinerari.

Come arrivare alla Valle del Salto

Non si tratta di un lungo viaggio, da Roma. I romani possono raggiungere questi luoghi grazie alla Strada Statale 578 Salto Cicolana, e all’Autostrada A24, uscita Valle del Salto. Tra l’altro, sono le stesse arterie che possono percorrere, in senso opposto, gli aquilani che avessero voglia di visitarla.

Comune di Rieti

Provincia: Lazio
Comune: Rieti
borghi storici del lazio in sabina Cerchi posti meravigliosi da visitare nel Lazio? Vieni a scoprire i migliori borghi storici del Lazio e della Sabina.

Come raggiungere il Lago del Salto


Mappa e cartina dettagliata del Lago del Salto

Cosa vedere qui


Abbiamo selezionato per te i principali luoghi d'interesse, le migliori cose da vedere, le attività e le attrazioni da non perdere!

 Grotta di Santa Filippa Mareri - cosa vedere in sabina

Grotta di Santa Filippa Mareri

Religioso

Oltre ai ponticelli sui fiordi che potrai attraversare in auto con il finestrino leggermente abbassato per respirare l’odore della natura, dalle parti del Lago del Salto molto suggestive sono anche le grotte. Di grande fascino è la Grotta di Santa Filippa Mareri, nobildonna del XIII secolo, che qui si rifugiò con altre compagne per seguire una via religiosa in contrasto con il volere della sua famiglia. Oggi la grotta scavata nella roccia, sita nella frazione di Piagge, non è altro che una chiesetta con un piccolo altare in marmo, a cui si giunge tramite il Sentiero del Pellegrino. All’ingresso, ad attenderti, troverai una statua di Santa Filippa. Da qui, la vista sui circostanti Monti del Cicolano è mozzafiato.

Il Sentiero del Pellegrino, percorribile a piedi, a cavallo o in un mountain bike, è attraente non solo per gli sportivi e gli amanti del trekking, ma anche per i fedeli, che ogni anno organizzano, sul finire dell’estate, una processione, per rivivere idealmente il percorso della Santa.

Da segnalare anche il museo sulla vita della santa, che conserva preziosi cimeli, sue raffigurazioni, oggetti di uso comune, ricettari della farmacia, ma anche alcuni oli di Giorgio De Chirico.

Cosa vedere nelle vicinanze


Se ti resta del tempo libero, non devi assolutamente perdere la nostra selezione di luoghi da vedere nelle vicinanze!

Cittaducale

Cittaducale

Comune della Sabina

Fondata dagli Angioni nel 1308, è passata dalla provincia de L’Aquila alla provincia di Rieti solo nel 1927. Girovagando per le vie di Cittaducale ti renderai subito conto di quanta storia ci sia in questo piccolo borgo reatino. Scorgerai chiese, portali, torri e palazzi storici ogni volta in cui volgerai lo sguardo in una nuova direzione.

Leggi il nostro approfondimento
Contigliano

Contigliano

Comune della Sabina

A Contigliano passa il Cammino di San Francesco e la Via Benedicti. Sul territorio di questo borgo – tra i più belli d’Italia – sorge una delle più apprezzate Abbazie Benedettine, l’Abbazia di San Pastore, e l’imponente Collegiata di San Michele Arcangelo. Insomma, un paese che è un concentrato di religiosità!

Leggi il nostro approfondimento
Rieti

Rieti

Comune della Sabina

L’umbilicus Italiae, ovvero il centro geografico d’Italia, Rieti è stata fin dall’antichità una città importante, crocevia tra i monti Sabini e quelli Reatini. Ricca di testimonianze risalenti anche all’epoca romana come medievale, Rieti è un vero e proprio gioiello del turismo in Sabina.

Leggi il nostro approfondimento

Appunti di viaggio


Curiosità, personaggi famosi, esperienze e tutto quello che c'è da sapere per visitare al meglio la Sabina

La Sagra della Patata di Leonessa

  • Il Turista
  • 28.03.2021

Con centomila presenze, dal 1989 è uno degli eventi di maggior richiamo per tutto il Centro Italia

Leggi Tutto

Sciare al Terminillo, sarà possibile dal 15 febbraio 2021?

  • Il Turista
  • 10.02.2021

Sarà possibile tornare a sciare e a fare snowboard al Terminillo?

Leggi Tutto

Petrella Salto: un piccolo borgo con una storia affollata da personaggi importanti

  • Il Turista
  • 11.01.2021

Scopriamo insieme i personaggi di Petrella Salto!

Leggi Tutto

I Musici di Magliano Sabina

  • Il Turista
  • 08.07.2019

Un gruppo fiero di indossare i colori della propria città e di riempire il pubblico di emozioni

Leggi Tutto

Medioevo in festa a Roccantica

  • Il Turista
  • 07.07.2019

Ogni anno a Roccantica rivive la storia e la tradizione, grazie all'impegno di tutti i Roccolani

Leggi Tutto

Storia e tradizione della Giostra Sabina del Gonfalone di Magliano

  • Il Turista
  • 03.04.2019

Dame, cavalieri e la contesa dell'Anello

Leggi Tutto

Le città invisibili di Luciano Minestrella a Magliano Sabina

  • Il Turista
  • 26.03.2019

Un antico lavatoio, un richiamo a Italo Calvino e solo legno riciclato: tutto questo nella mostra a Magliano Sabina

Leggi Tutto

Le giornate FAI di Primavera a Magliano Sabina

  • Il Turista
  • 20.03.2019

Lasciati emozionare dalle bellezze del patrimonio storico e artistico di Magliano Sabina

Leggi Tutto

Carnevalone Liberato di Poggio Mirteto: tra tradizione e ribellione

  • Il Turista
  • 13.12.2018

L'unico Carnevale che si festeggia nel periodo di Quaresima

Leggi Tutto

Collevecchio: lo storytelling di un borgo per immagini

  • Il Turista
  • 27.10.2018

Il racconto di come nasce una mostra fotografica sulla Sabina

Leggi Tutto

La patata rescallata di Leonessa

  • Il Turista
  • 20.09.2018

Un piatto contadino, semplice e gustoso, a base di patate...

Leggi Tutto

La Dama Bianca di Poggio Catino

  • Il Turista
  • 26.08.2018

Il mistero della Dama Bianca affascina ancora oggi...

Leggi Tutto

Personaggi storici della Sabina: Gregorio, illustre Catinense

  • Il Turista
  • 21.08.2018

Gregorio, grande figlio di Farfa e suo massimo storico...

Leggi Tutto

Alla scoperta della Torre Longobarda di Catino… incontriamo Raffaele!

  • Il Turista
  • 11.06.2018

Raffaele, 82 anni, spirito vivace...

Leggi Tutto

Eventi a Rieti


Una selezione di eventi che si svolgeranno nei prossimi giorni a Rieti

Pian de' Valli - Terminillo (RI)
18 aprile 2021

Corso Base di Alpinismo Invernale al Terminillo con guida alpina

Il Terminillo è una montagna versatile e adatta alle esperienze di tutti i…

Rieti (RI)
30 aprile 2021 - 02 maggio 2021

La Valle Santa Reatina – Cammino di 3 giorni

Nel corso della sua vita Francesco d’Assisi soggiornò più volte e amò profondamente…

Pian De' Valli (RI)
08 maggio 2021

Terminillo – Leonessa una grande traversata sulle orme dei Santi

Grande traversata Terminillo — Leonessa Una traversata che dal paese di Pian De…

Monte San Giovanni (RI)
15 maggio 2021

Esperienza astronomica al Tancia

La Via del Tancia ha rappresentato per secoli il collegamento tra la Sabina…

Monte San Giovanni (RI)
23 maggio 2021

Festa degli aquiloni al Tancia

La Via del Tancia ha rappresentato per secoli il collegamento tra la Sabina…

Monte San Giovanni (RI)
19 giugno 2021

Passeggiata a cavallo al Tancia

La Via del Tancia ha rappresentato per secoli il collegamento tra la Sabina…

Monte San Giovanni (RI)
20 giugno 2021

Passeggiata a cavallo al Tancia

La Via del Tancia ha rappresentato per secoli il collegamento tra la Sabina…

Leonessa (Rieti)
09 - 10 ottobre 2021

La Sagra della Patata Leonessana 2021 – 31^ edizione

ATTENZIONE: Edizione 2020 annullata per l'emergenza coronavirus. A Leonessa, in provincia di Rieti,…

La nostra newsletter


Il prossimo weekend niente shopping, niente compleanni dei bambini e il campionato riposa? Finalmente hai un fine settimana libero per programmare una gita fuori porta? Tante idee per escursioni immersi nella natura, luoghi da visitare ed eventi a cui partecipare le trovi sulla newsletter di Scopri la Sabina. Iscriviti subito!