Comune di Greccio


Insignito del titolo “borghi più belli d’Italia”, Greccio, in provincia di Rieti, è un luogo così particolare che perfino San Francesco ne venne colpito. È qui, infatti, che il Santo diede vita al primo presepe.

greccio borgo storico del lazio

Greccio, tra i borghi più belli d’italia

Insignito del titolo “borghi più belli d’Italia”, Greccio, ameno borgo in provincia di Rieti, riserba al visitatore una infinità di bellezze e un patrimonio artistico e culturale di rara intensità. Greccio è un luogo così particolare che perfino San Francesco ne venne colpito. Non a caso, Greccio è celebre per il santuario fondato dal santo e per essere il luogo ove San Francesco diede vita al primo presepe.

Ma oltre che avere un profondo significato religioso, questa perla della rigogliosa Sabina, è anche luogo ove tradizioni e folclore consentono di tornare indietro nel tempo, riscoprendo antichi sapori. Con una superba vista panoramica sulla vasta e lussureggiante pianura e sulle montagne Sabine che la circondano, Greccio, è placidamente adagiato a poco più di settecento metri alle falde del Monte Lacerone.

Una giornata a Greccio

Qui, il turista che si reca in visita, verrà “rapito”, dalla natura incontaminata, dagli affascinanti sentieri che si inerpicano tra fitti boschi di querce ed elci.

Oltre che alla sacralità del Santuario eretto da San Francesco, a Greccio si può ancora ammirare una vivida testimonianza del suo antico e glorioso passato. Il suo Castello ne è una vivida testimonianza.

Ma le origini di questo incantevole borgo sono ancora più lontane. Non a caso, il suo stesso nome, porta alla memoria il fatto che la sua fondazione, così tramanda la tradizione, avvenne a seguito dell’arrivo di una colonia proveniente dalla Grecia. In fuga da distruzioni e guerre, la leggenda narra che qui trovarono il luogo ideale, ove amenità e facilità di difesa assicuravano un prospero futuro.

Durante il periodo medioevale, Greccio venne fortificata e, oggi l’antico borgo conserva ancora intatto il suo incommensurabile fascino, nonostante le devastazioni e i saccheggi perpetrati dall’Imperatore Federico II e dall’esercito napoleonico. È ancora possibile, infatti, vedere ciò che rimane del castello, ad esempio, una parte del pavimento di questa stupenda struttura militare costruita nell’XI secolo e originariamente difesa da un muro e da sei torri. Attualmente, le restanti torri sono tre, e nel XVII secolo la più grande venne trasformata in un campanile.

Vicino a questa torre si trova la Chiesa di San Michele Arcangelo, in cima a una scala scenografica. La chiesa risale al XIV secolo ed è stata ricavata da una parte del castello. Fu distrutta e ricostruita più volte, ma conserva ancora notevoli dipinti e affreschi del XV e del XVII secolo.

Infine, dopo aver allietato lo spirito e gli occhi, è giusto degustare le genuinità della tradizione enogastronomica della Sabina, un vero trionfo di sapori e di eccezionali gusti dominati dalle infinite delizie stagionali.

Comune di Greccio

Regione: Lazio
Provincia: Rieti
Comune: Greccio
Abitanti: Grecciani
Residenti: 1.554
Indirizzo Comune: Via Limiti Nord, 17
CAP: 02045
Latitudine: 42.4543
Longitudine: 12.7710

Contatti Comune di Greccio

Telefono: 0746750591
Email: Scrivi al Comune
Sito Web: Visita il sito del Comune

Santo Patrono di Greccio

Santo Patrono: San Michele Arcangelo
Ricorrenza: 29 settembre
borghi storici del lazio in sabina Cerchi posti meravigliosi da visitare nel Lazio? Vieni a scoprire i migliori borghi storici del Lazio e della Sabina.

Dove si trova Greccio


Mappa e cartina dettagliata di Greccio

Cosa vedere a Greccio


Sei a Greccio? Abbiamo selezionato per te i principali luoghi d'interesse, le migliori cose da vedere, le attività e le attrazioni da non perdere!

Santuario di Greccio

Santuario di Greccio

Religioso
Piazzale San Francesco - Greccio

Il Santuario di Greccio, incastonato nella nuda roccia, stupisce per le sue fattezze. Il nucleo originario del Santuario è la Cappella del Presepio dove – narra la tradizione – San Francesco nella notte di Natale del 1223 rappresentò per la prima volta la nascita di Gesù. Da qui nasce la tradizione del presepio.

Leggi il nostro approfondimento
Rievocazione storica del presepe di Greccio

Rievocazione storica del presepe di Greccio

Religioso

San Francesco scelse il borgo di Greccio per rappresentare la nascita di Gesù per la prima volta nella storia della cristianità nella notte di Natale del 1223. Per questo gli abitanti di Greccio sono particolarmente legati alla tradizione del presepe tanto che ogni anno a Natale, dal 1972, va in scena la rievocazione storica del presepe di Greccio.

Museo dei presepi

Museo dei presepi

Religioso
Piazzale San Francesco - Greccio (all'interno della Chiesa di S. Maria)

Il Museo dei Presepi, anche chiamato Museo della Natività, ha sede nella antica Chiesa di S. Maria (sec. XIII), di recente restaurata. Troverai una variegata collezione di presepi di varie culture.

Come visitare il Museo dei Presepi di Greccio: aperto tutti i giorni compresi festivi e domeniche. Chiusura settimanale lunedì e mercoledì.

Costo del biglietto: 2 euro (intero), 1 euro (ridotto).

Per maggiori informazioni: tel. 0746.740028

Sentieri di Greccio

Sentieri di Greccio

Percorso naturalistico
Greccio

Cinque itinerari naturalistici e spirituali sulle orme di San Francesco. Per gli amanti del trekking che vogliono aggiungere alla visita al Santuario di Greccio una o più escursioni, con diversi livelli di difficoltà.

Cosa vedere nelle vicinanze di Greccio


Se ti resta del tempo libero, non devi assolutamente perdere la nostra selezione di luoghi da vedere nelle vicinanze di Greccio!

Rieti

Rieti

Comune della Sabina

L’umbilicus Italiae, ovvero il centro geografico d’Italia, Rieti è stata fin dall’antichità una città importante, crocevia tra i monti Sabini e quelli Reatini. Ricca di testimonianze risalenti anche all’epoca romana come medievale, Rieti è un vero e proprio gioiello del turismo in Sabina.

Leggi il nostro approfondimento
Contigliano

Contigliano

Comune della Sabina

A Contigliano passa il Cammino di San Francesco e la Via Benedicti. Sul territorio di questo borgo – tra i più belli d’Italia – sorge una delle più apprezzate Abbazie Benedettine, l’Abbazia di San Pastore, e l’imponente Collegiata di San Michele Arcangelo. Insomma, un paese che è un concentrato di religiosità!

Leggi il nostro approfondimento
Cittaducale

Cittaducale

Comune della Sabina

Fondata dagli Angioni nel 1308, è passata dalla provincia de L’Aquila alla provincia di Rieti solo nel 1927. Girovagando per le vie di Cittaducale ti renderai subito conto di quanta storia ci sia in questo piccolo borgo reatino. Scorgerai chiese, portali, torri e palazzi storici ogni volta in cui volgerai lo sguardo in una nuova direzione.

Leggi il nostro approfondimento
Monte Terminillo

Monte Terminillo

Naturalistico
Terminillo - Rieti

La vetta della Sabina, il Monte Terminillo con i suoi 2.217 metri di altitudine è tra le cime più alte del Lazio e fa parte del complesso dei Monti Reatini.

È conosciuto anche con il nome di “Montagna di Roma“, infatti per la sua vicinanza con la Capitale è spesso meta di Romani che lo scelgono per escursioni, gite e – in inverno – per giornate dedicate allo sci.

Il Terminillo divenne una località sciistica a partire dal 1933 quando Mussolini ordinò la costruzione della Strada 4 bis Salaria per il Terminillo, operò che venne ultimata nel 1938.

Venne poi costruita la Funivia e la sciovia delle Carbonaie che entrò in funzione nel gennaio del 1940. Si trattava di una realizzazione del tutto innovativa per l’epoca e fu motivo di vanto per i costruttori.

Il complesso sciistico dispone di 10 piste, con diverse difficoltà, la più alta delle quali arriva a 1.350 metri.

Leggi il nostro approfondimento
Rifugio Massimo Rinaldi (Terminillo)

Rifugio Massimo Rinaldi (Terminillo)

Storico/Naturalistico

Tetto e finestre rosse per il primo rifugio costruito sul Monte Terminillo. Collocato a 2108 metri di altitudine, è raggiungibile solo a piedi percorrendo il sentiero 401 e da lì alla vetta del Terminillo è un attimo (si fa per dire!).

Leggi il nostro approfondimento
Lago del Salto

Lago del Salto

Percorso naturalistico

Il Lago del Salto, uno specchio d’acqua velato di nostalgia, racconta la storia di paesi sommersi e ricostruiti sulle alture. Qui la Natura si è piegata al volere e ai bisogni degli uomini, che sono riusciti comunque a creare un luogo magico. Scopri il Lago del Salto: tra fiordi, insenature e spiagge!

Appunti di viaggio


Curiosità, personaggi famosi, esperienze e tutto quello che c'è da sapere per visitare al meglio la Sabina

Autunno in Sabina. In vacanza nel Lazio, a pochi passi da Roma

  • Il Turista
  • 23.10.2021

Tre modi di vivere l'autunno in Sabina: trekking, foliage e sagre

Leggi Tutto

Il mostro di Nerola, una macchia di sangue nella storia di Nerola

  • Il Turista
  • 04.07.2021

Una storia di sangue e crudele efferatezza. La storia del Mostro di Nerola è impressa nella memoria collettiva degli italiani.

Leggi Tutto

Covid-19: in fuga da Roma alla riscoperta dei borghi sabini, grazie anche allo smartworking

  • Il Turista
  • 18.06.2021

Nell'ultimo anno, la tendenza è stata quella di un ripopolamento dei borghi sabini grazie alla possibilità di lavorare ovunque

Leggi Tutto

Il carro del Principe di Eretum finalmente in mostra in Sabina

  • Il Turista
  • 06.05.2021

In mostra a Rieti dall'8 maggio al 10 ottobre 2020. Ingresso gratuito, su prenotazione

Leggi Tutto

Eventi in Sabina


Una selezione di eventi che si svolgeranno in Sabina nei prossimi giorni

Terminillo (RI)
30 ottobre 2021

Trekking Terminillo – Nell’oro dei faggi e pranzo in baita

Per chi ama l’autunno e il foliage, non c’è posto migliore del Terminillo…

Antrodoco (RI)
31 ottobre 2021

Festa d’Autunno Antrodoco 2021 – 27^ edizione

Cosa puoi fare in Autunno in Sabina, nel Lazio? Tante sono le idee…

Antrodoco (RI)
31 ottobre 2021

Alta via del Marrone – 22^ edizione

Ogni anno, nell’ambito della manifestazione della Festa d’Autunno di Antrodoco, il CAI organizza…

Rieti (RI)
31 ottobre 2021

Halloween – Trekking notturno e cena in rifugio

Stai cercando un’esperienza particolare da fare per la notte di Halloween? 42GradiNord ha…

La nostra newsletter


Il prossimo weekend niente shopping, niente compleanni dei bambini e il campionato riposa? Finalmente hai un fine settimana libero per programmare una gita fuori porta? Tante idee per escursioni immersi nella natura, luoghi da visitare ed eventi a cui partecipare le trovi sulla newsletter di Scopri la Sabina. Iscriviti subito!