Cos’è la Denominazione di Origine Protetta (DOP)

Cos’è la Denominazione di Origine Protetta (DOP)

Per fare la scelta migliore, la prima cosa è comprendere cosa riporta l’etichetta posta su una bottiglia di olio d’oliva. Infatti, le diverse menzioni poste sull’etichetta delle varie tipologie di bottiglie di olio d’oliva servono, propriamente, al consumatore per poter comprendere la qualità del prodotto che sta per acquistare.

Anche se tutto ciò può sembrare complesso, è bene imparare qualcosa in più sul tipo di olio d’oliva che si desidera comprare.

Ad esempio, se sull’etichetta dell’olio d’oliva è riportato l’indicazione DOP, allora vuol significare che si sta acquistando un olio che è a Denominazione di Origine Protetta.

Quindi, l’acronimo DOP è un importante marchio, un riconoscimento, una tutela giuridica.

Olio DOP

Infatti, il DOP è una denominazione che è attribuita dall’UE che, ovviamente, non verte esclusivamente la produzione dell’olio d’oliva. La cosa che determina tutto ciò è che ogni alimento, quindi anche l’olio d’oliva, per potersi fregiare del titolo DOP deve avere delle determinate peculiarità qualitative, le quali dipendono o esclusivamente oppure essenzialmente dal territorio nel quali viene ad essere prodotto.

Quindi, tutto ciò vuol dire che tanto l’ambiente geografico quanto i fattori umani, nella loro combinazione, vanno a creare un determinato prodotto che risulta essere inimitabile, quindi unico, al di fuori di quella che è una zona produttiva determinata.

In termini ancora più semplici, il DOP, ovvero la Denominazione di Origine Protetta, nasce dalla combinazione di caratteristiche ambientali e climatiche e da una artigianalità e da una tecnica di produzione che è stata tramandata nel tempo.

Questa felice combinazione, perciò, andrà a creare un qualcosa che non è possibile ottenere in una altra zona produttiva. Come appare evidente, con il marchio DOP si indica che sia la produzione, sia la trasformazione, come pure la elaborazione dell’olio di oliva è avvenuta in una delimitata area geografica.

Produzione Olio DOP

È importante osservare che chi è abilitato ad effettuare una produzione DOP, è tenuto a rispettare delle regole produttive assai rigide. Regole che vengono, poi, ad essere verificate da un organismo di controllo specifico, il quale controllerà il pieno rispetto del disciplinare di produzione imposto, appunto, dal DOP.

Nella legislazione della Unione Europea, perciò, la denominazione di origine protetta che si potrà leggere su una determinata confezione di olio d’oliva, fornirà la sicurezza e la certezza che il prodotto rispetta tutto quello che è previsto per potersi fregiare di tale titolo, a partire proprio dall’ indicazione geografica.

Questa legge è stata poi gradualmente estesa anche ad altri paesi non appartenenti all’Unione Europea, sulla base di determinati accordi. In questo modo si è assicurato che potranno essere commercializzati prodotti, come l’olio d’oliva, che sono autenticamente originari di una determinata area.

In tal maniera si è sancito, in maniera inequivocabile, che con la certificazione di marchio DOP, l’olio che si andrà ad acquistare è il frutto di un particolare ambiente geografico e di determinati fattori sia naturali e sia umani.

Perciò, basterà avere la pazienza di leggere le informazioni che sono di legge riportare sulle etichette poste sulle bottiglie di olio per avere una idea più completa e dettagliata sulle qualità dell’olio d’oliva. In conclusione, ogni consumatore avrà la possibilità di vedere immediatamente quale tipologia di olio sta per acquistare.


Workshop Fotografico a Casperia Passeggiata Fotografica in Sabina

borghi storici del lazio in sabina Cerchi posti meravigliosi da visitare nel Lazio? Vieni a scoprire i migliori borghi storici del Lazio e della Sabina.

La nostra newsletter


Il prossimo weekend niente shopping, niente compleanni dei bambini e il campionato riposa? Finalmente hai un fine settimana libero per programmare una gita fuori porta? Tante idee per escursioni immersi nella natura, luoghi da visitare ed eventi a cui partecipare le trovi sulla newsletter di Scopri la Sabina. Iscriviti subito!