Stimigliano

Comune di Stimigliano


Stimigliano è considerato la porta di accesso alla Sabina. A difesa del paese il castello che fu degli Orsini. Ideale per un weekend nel Lazio all’insegna di borghi storici e sagre.

stimigliano borgo storico della sabina

Alla scoperta di Stimigliano e del suo Castello

Stimigliano, le cui origini sono avvolte dalle nebbie dei tempi, è un ridente borgo nel Lazio in provincia di Rieti, ed è considerato, giustamente, la miglior porta di ingresso nel fantastico territorio della Sabina.

Recandosi alla scoperta di Stimigliano si potrà, quindi, entrare in uno dei più belli e ricchi territori del Lazio. Non per nulla, la Sabina è celebre per la sua storia, per le sue tradizioni, per il suo folclore, per il suo immenso patrimonio enogastronomico che vede nella produzione del tanto celebre olio d’oliva sabino, una delle massime eccellenze.

A difesa di Stimigliano il castello che fu degli Orsini

Il borgo di Stimigliano si erge su un colle, ai piedi del quale scorre placido il Tevere. Non si può non avere la netta sensazione che Stimigliano sia una vera e propria sentinella, un custode delle grandi tradizioni conservate in Sabina.

Oltre il ponte, che sinuosamente supera il Tevere, il turista troverà la parte nuova di Stimigliano, una frazione che si è andata a sviluppare intorno ad una antica fabbrica che produceva ceramica e alla stazione ferroviaria. Dopo una agile salita si arriverà al centro storico di Stimigliano, ove si sarà accolti dalle antiche mura di origine medioevale.

A difesa dell’antico borgo vi è il Castello appartenuto agli Orsini. Da una parte si potrà ammirare, quindi, la stupenda architettura del suo borgo medioevale e del suo castello, dall’altra la stupenda architettura religiosa espressa ai suoi massimi livelli dalla Chiesa intitolata ai Santi Cosma e Damiano.

Se il Castello degli Orsini ha la sua origine strutturale databile al XIV secolo, la Chiesa presenta origini romane e, come sua forma definitiva, chiari riferimenti alla prima metà del XVII secolo.

Corso Umberto I e i suoi caratteristici vicoletti, invece, raffigurano, degnamente, il centro storico dell’antico borgo. Entrando nel centro storico ove un tempo vi era il ponte levatoio, si accederà a Piazza Roma, suggestiva e accogliente piazzetta, ove si potrà ammirare l’interessante Palazzo del Comune.

Questo luogo delizioso, inoltre, consentirà al visitatore, di poter ammirare uno stupendo panorama su tutta la piana, entro la quale scorre il serpeggiante Tevere e ove spicca il solenne Monte Soratte alle cui falde scorre il fiume.

Oltre al meraviglioso e interessante punto di vista paesaggistico, la gradevole piazzetta propone anche interessanti palazzi con stupendi affreschi risalenti al primo barocco. È da sottolineare anche come i residenti abbiano con abnegazione curato tutto il centro storico di Stimigliano arricchendolo con fiori e piante.

Ma oltre ai panorami toccanti e romantici, ai pini affusolati e i dolci colli che ne caratterizzano il suo tipico paesaggio, oltre a gemme come la Chiesa di San Cosma e San Damiano, il borgo e il castello, Stimigliano è anche una stupenda meta per degustare le infinite specialità sabine.

Non per nulla, nella sua cucina genuina e tradizionale, si ergono prodotti di rara eccellenza, come il suo olio di oliva. È, infatti, da ricordare come questo antico borgo dalle salde tradizioni, sia alquanto rinomato e famoso anche proprio per la produzione dell’eccellente olio d’oliva sabino.

In conclusione Stimigliano, oltre alla cultura e l’arte, offre anche una calda accoglienza, una sentita ospitalità e una valida opportunità per conoscere i sapori della cucina sabina anche partecipando alle numerose sagre e feste.

Comune di Stimigliano

Regione: Lazio
Provincia: Rieti
Comune: Stimigliano
Abitanti: Stimiglianesi
Residenti: 2321
Indirizzo Comune: Piazza Roma, 6
CAP: 02048
Latitudine: 42.29774
Longitudine: 12.565652999999998

Contatti Comune di Stimigliano

Telefono: 0765576038
Sito Web: Visita il sito del Comune

Santo Patrono di Stimigliano

Santo Patrono: Santi Cosma e Damiano
Ricorrenza: 27 settembre
borghi storici del lazio in sabina Cerchi posti meravigliosi da visitare nel Lazio? Vieni a scoprire i migliori borghi storici del Lazio e della Sabina.

Dove si trova Stimigliano


Mappa e cartina dettagliata di Stimigliano

Cosa vedere a Stimigliano


Sei a Stimigliano? Abbiamo selezionato per te i principali luoghi d'interesse, le migliori cose da vedere, le attività e le attrazioni da non perdere!

Palazzo Orsini - cosa vedere in sabina

Palazzo Orsini

Storico
Vicolo Giuseppe Mazzini - Stimigliano

Sogni di vivere in un castello? Il Palazzo Orsini di Stimigliano, attualmente di proprietà di un privato, è in vendita!

Il Palazzo Orsini fu costruito nel XIV secolo dai figli di Giordano Orsini, famiglia che ebbe il potere su Stimigliano a partire dal 1368.

Le tre ali del palazzo si dispongono a forma di C, disponendosi intorno al cortile interno. Il palazzo incombe su Piazza Vittorio Emanuele, con il suo torrione svettante sul lato destro della piazza stessa. L’accesso al palazzo, attraverso un antico portale bugnato, si trova appena oltrepassato l’arco che dalla piazza porta al borgo storico di Stimigliano.

Il Palazzo non è visitabile.

Chiesa dei Santi Cosma e Damiano - cosa vedere in sabina

Chiesa dei Santi Cosma e Damiano

Religioso
Piazza Vittorio Emanuele - Stimigliano

La Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, sulla piazza principale del paese, fronteggia il Palazzo Orsini. La sua costruzione risale alla prima metà del Seicento con una struttura a tre navate.

La facciata, purtroppo, è stata ristrutturata o – per meglio dire – snaturata dalla scelta di intonachi e linee moderne.

Chiesa di San Valentino - cosa vedere in sabina

Chiesa di San Valentino

Religioso
Via Giuseppe Garibaldi, 65 - Stimigliano

Appena fuori dal centro abitato di Stimigliano (in origine Septimiliana), salendo verso il colle si giunge alla Chiesa di San Valentino. L’edificio religioso pare sia stato eretto per volontà della nobile Galla, “patrona” di molte altre chiese in Sabina e nel territorio di Viterbo.

Il sito annesso alla chiesa probabilmente aveva una funzione cimiteriale, tanto che nella sagrestia è stata ritrovata la “Tomba dei Fanciulli”, mentre fuori dalla chiesa la cosiddetta “Tomba degli Affogati“. Quest’ultima era il luogo in cui veniva sepolti i suicidi – di solito persone che si uccidevano gettandosi nel fiume Tevere – che, all’epoca, non potevano ricevere una sepoltura cristiana in un luogo consacrato.

Chiesa della Madonna della Strada - cosa vedere in sabina

Chiesa della Madonna della Strada

Religioso
Vocabolo Petrara (loc. Nocchieto)

La Chiesa della Madonna della Strada è situata lungo la strada che da Stimigliano conduce a Stimigliano Scalo. Una chiesa semplice con unico portone e tetto a falde.

Chiesa di San Giovanni Bosco - cosa vedere in sabina

Chiesa di San Giovanni Bosco

Religioso
Via San Michele - Stimigliano

La Chiesa dedicata a San Giovanni Bosco si trova nei pressi della stazione ferroviaria di Stimigliano Scalo. Originariamente era un fienile, poi riconvertito in una chiesa dall’aspetto semplice, una vera chiesa di campagna.

L’edificio e il terreno che si estende davanti alla chiesa appartenevano alla famiglia Sbordoni, proprietaria anche dell’ormai dismessa Ceramica di cui resta oggi visibile solo la ciminiera. Nel 1988 il Comune comprò il lotto e lo regalò alla Curia.

Cosa vedere nelle vicinanze di Stimigliano


Se ti resta del tempo libero, non devi assolutamente perdere la nostra selezione di attrazioni nelle vicinanze di Stimigliano!

Bunker Soratte - cosa vedere in sabina

Bunker Soratte

Storico
Viale Europa, Sant'Oreste
http://www.bunkersoratte.it/

Le Gallerie del Monte Soratte, o più comunemente Bunker Monte Soratte, sono una delle più alte opere di ingegneria militare di tutta Europa, lunghe circa 4 km, scavate a partire dal 1937 per volere di Benito Mussolini e che sarebbero dovute fungere da rifugio antiaereo per i vertici dell’Esercito italiano. Il Bunker si trova nel comune di Sant’Oreste.

Leggi il nostro approfondimento
Vescovio - cosa vedere in sabina

Vescovio

Religioso
Vocabolo Vescovio - Torri In Sabina (Rieti)

Vescovio è una frazione di Torri in Sabina e dista dal paese circa 5 km.

Vescovio ha il pregio di custodire le rovine di quello che fu un tempo Forum Novum, un antico municipio di chiara origine romana. Sui suoi resti, venne eretta quella che è oggi nota a tutti come la Chiesa di Santa Maria, la vecchia Cattedrale dei Sabini.

Leggi il nostro approfondimento
Selci - cosa vedere in sabina

Selci

Comune della Sabina

A Selci potrai deliziare il tuo palato con la celebre porchetta selciana e condire i tuoi piatti con l’eccellente olio di oliva sabino DOP. La qualità dei prodotti enogastronomici a Selci si eleva.

Leggi il nostro approfondimento

Appunti di viaggio


Curiosità, personaggi famosi, esperienze e tutto quello che c'è da sapere per visitare al meglio la Sabina

L’attrezzatura necessaria per un trekking nel Lazio e in Sabina

  • Il Turista
  • 31.07.2019

Non esiste un buono o cattivo tempo, ma solo un buono o cattivo equipaggiamento

Leggi Tutto

Trekking in Sabina e nel Lazio, a pochi passi da Roma

  • Il Turista
  • 29.07.2019

Camminerai tra boschi di faggi e cerri, seguendo corsi d’acqua che tornano a rivivere solo in inverno...

Leggi Tutto

Notte di San Lorenzo: dove vedere le stelle cadenti vicino Roma?

  • Il Turista
  • 27.07.2019

Vieni a passare la Notte di San Lorenzo in Sabina!

Leggi Tutto

I Musici di Magliano Sabina

  • Il Turista
  • 08.07.2019

Un gruppo fiero di indossare i colori della propria città e di riempire il pubblico di emozioni

Leggi Tutto

Eventi in Sabina


Una selezione di eventi che si svolgeranno in Sabina nei prossimi giorni

La nostra newsletter


Il prossimo weekend niente shopping, niente compleanni dei bambini e il campionato riposa? Finalmente hai un fine settimana libero per programmare una gita fuori porta? Tante idee per escursioni immersi nella natura, luoghi da visitare ed eventi a cui partecipare le trovi sulla newsletter di Scopri la Sabina. Iscriviti subito!