Le gallerie segrete del Bunker Soratte

Bunker Soratte


Ci troviamo a Sant’Oreste, pronti ad entrare nel Bunker che si snoda nella pancia del Monte Soratte: 4 km di gallerie scavate a partire dal 1937 per volere di Benito Mussolini. Scopri come visitare il Bunker!

bunker soratte

Una passeggiata nella Storia

Scoprire l’Italia non è solo scenari meravigliosi che si aprono davanti a sguardi increduli ed estasiati, ma soprattutto entrare in contatto con una parte di storia, con quel passato di guerre, dittature, resistenze, compromessi e nascondigli che ancora risuona alle nostre spalle, come nel caso del Bunker Soratte.

Ci troviamo a Sant’Oreste, nell’estrema provincia nord di Roma, quella che strizza l’occhio alle meno blasonate, seppur affascinanti, Rieti e Viterbo.

Le leggende sul Bunker Soratte

Per chi abita nelle zone limitrofe, il Monte Soratte e il Bunker sono sempre stati oggetto di leggende e di racconti dei propri nonni che parlavano di una montagna piena di oro, il cosiddetto “oro di Mussolini”. E pare anche che qualche avventuriero alla ricerca dell’oro ci sia stato e abbia provato a entrare in questo fantomatico Bunker, Lo abbiamo definito volutamente “fantomatico” perché fino a qualche anno fa la sua esistenza era ancora avvolta nel mito.

Qualcuno racconta anche una storia sul profilo della montagna, che pare rappresentare proprio il profilo di Mussolini, scolpito a suon di cariche di esplosivo e picconate. Soprattutto provenendo da Nord, la vista della montagna dall’autostrada A1 non lascia spazio a dubbi: si riconosce l’incavo degli occhi, il naso e la bocca di un uomo.

Un dedalo di gallerie corre nella pancia del Monte Soratte

Le Gallerie del Monte Soratte, o più comunemente Bunker Soratte, sono una delle più alte opere di ingegneria militare di tutta Europa, lunghe circa 4 km, scavate a partire dal 1937 per volere di Benito Mussolini e che sarebbero dovute fungere da rifugio antiaereo per i vertici dell’Esercito italiano. Naturalmente, come per tutti i nascondigli militari, ufficialmente questo luogo non era altro che una fabbrica di armi, in questo caso quelle della Breda.

Era il 1943 e la Seconda Guerra Mondiale imperversava seminando vittime e terrore. Nei lunghissimi mesi dal settembre 1943 al maggio 1944, il Bunker Soratte fu scelto per diventare rifugio delle truppe naziste, quando il Comando Supremo del Sud occupò il Soratte per poi fuggirne dopo il bombardamento del 12 maggio. Da qui a oltre la metà degli anni ’60, quel Bunker, così pregno di drammi e di storie umane ancor prima che militari, lasciò posto a un silenzio assordante, riempito solo nel 1967 dai nuovi lavori che lo vedevano diventare, giorno dopo giorno, quello che sarebbe stato fino al 1972 il rifugio anti atomico per il Presidente della Repubblica e per tutto il governo qualora la Guerra Fredda avesse sganciato su Roma un attacco atomico.

Terminato questo ultimo periodo di paura e tensione, il Bunker Soratte ha trovato nuova linfa nel racconto di ciò che ha rappresentato durante gli anni più drammatici della storia contemporanea. Diventato infatti Percorso della Memoria grazie all’associazione Bunker Soratte, oggi è possibile visitarlo grazie al lavoro di guide e volontari e scoprire quanto queste piccole realtà di provincia siano state fondamentali per la storia italiana.

Bunker Soratte, visite, costi e
informazioni turistiche

Visitare il Bunker Soratte oggi è possibile sia durante eventi e aperture straordinarie che organizzando tour e visite guidate, anche scolastiche. È preferibile sempre prenotare durante le aperture straordinarie e il costo del biglietto va da un minimo di 5 euro (ridotto) a un massimo di 10 euro (prezzo intero).

La visita delle Gallerie del Monte Soratte è accessibile a tutti e non presenta particolari difficoltà, è sconsigliato solo l’ingresso con passeggini e/o carrozzine. Gli spazi sono sufficientemente ampi da garantire un tour agevole a tutti i partecipanti che sono comunque sempre suddivisi in gruppi di non oltre 50 persone e la presenza di almeno due accompagnatori garantisce supporto e assistenza costanti.

Per la visita al Bunker si consiglia di portare una felpa o un giubbino e un paio di scarpe comode e chiuse. Il percorso è pianeggiante, lungo circa 1 km e il tour dura mediamente un’ora e mezza, due ore.

Non ci resta che augurarvi buona escursione! Mandateci le vostre foto, eh!

Per info e prenotazioni visita il sito ufficiale.

Comune di Sant'Oreste

Regione: Lazio
Provincia: Roma
Comune: Sant'Oreste
borghi storici del lazio in sabina Cerchi posti meravigliosi da visitare nel Lazio? Vieni a scoprire i migliori borghi storici del Lazio e della Sabina.

Come raggiungere il Bunker Soratte


Mappa e cartina dettagliata del Bunker Soratte

Cosa vedere nelle vicinanze


Se ti resta del tempo libero, non devi assolutamente perdere la nostra selezione di attrazioni nelle vicinanze!

Monte Soratte

Monte Soratte

I percorsi naturalistici della Sabina

A nord di Roma nel comune di Sant’Oreste, il Monte Soratte è una montagna del Lazio alta 691 metri situata nel mezzo della valle del Tevere.

Leggi il nostro approfondimento
Eremo San Silvestro

Eremo di San Silvestro

Gli edifici religiosi in Sabina

In cima al Monte Soratte, su una radura dalla quale si domina a perdita d’occhio la meravigliosa Valle del Tevere, si erge l’Eremo di San Silvestro, uno dei numerosi romitori sparsi per il territorio sabino. L’Eremo è raggiungibile solo a piedi, percorrendo uno dei sentieri che attraversa la meravigliosa Riserva Naturale del Monte Soratte.

Leggi il nostro approfondimento
Stimigliano

Stimigliano

Comune della Sabina

Stimigliano è considerato la porta di accesso alla Sabina. A difesa del paese il castello che fu degli Orsini. Ideale per un weekend nel Lazio all’insegna di borghi storici e sagre.

Leggi il nostro approfondimento

Appunti di viaggio


Curiosità, personaggi famosi, esperienze e tutto quello che c'è da sapere per visitare al meglio la Sabina

Eremo di San Silvestro: escursione in cima al Monte Soratte

  • Il Turista
  • 21.10.2018

Tra i sentieri del Monte Soratte fino all'Eremo di San Silvestro

Leggi Tutto

Eventi in Sabina


Una selezione di eventi che si svolgeranno in Sabina nei prossimi giorni

Monteleone Sabino (RI)
16 dicembre 2018

Sagra della Bruschetta – 23^ edizione

A Monteleone Sabino in Piazza XXIV aprile 1944 il 16 dicembre 2018 Sagra…

Vescovio (Torri in Sabina)
16 dicembre 2018

Concerto di Natale 2018 per Gesù Bambino e la sua Mamma

Domenica 16 Dicembre 2018 ore 19 presso il Santuario di Vescovio (RI) Concerto…

Castelnuovo di Farfa (RI)
16 dicembre 2018

Mercatino di Natale 2018 all’Abbazia di Farfa

Il 16 dicembre 2018 vieni a respirare la magica atmosfera natalizia a Farfa, nell'antico…

La nostra newsletter


Il prossimo weekend niente shopping, niente compleanni dei bambini e il campionato riposa? Finalmente hai un fine settimana libero per programmare una gita fuori porta? Tante idee per escursioni immersi nella natura, luoghi da visitare ed eventi a cui partecipare le trovi sulla newsletter di Scopri la Sabina. Iscriviti subito!